venerdì 27 novembre 2015

RECENSIONE: "Panic" di Lauren Oliver

Buongiorno a tutti!
Oggi vi presento la mia recensione del nuovo romanzo di Lauren Oliver, "Panic", edito da Safarà e uscito ieri in libreria.
Ho avuto il piacere (e ringrazio la casa editrice per questo) di leggerlo in anteprima per partecipare al blogtour del romanzo. Vi ricordo che potrete vincere ben 5 copie cartacee partecipando al giveaway. Avrete tempo fino al 3 dicembre a mezzanotte.
 
 

Titolo: Panic
Autrice: Lauren Oliver
Data d'uscita: 26 Novembre 2015
Editore: Safarà
Prezzo: 18,00 €
Pagine: 336

TRAMA

È arrivata una nuova estate a Carp, una cittadina senza futuro immersa nel cuore grigio di un’America sonnolenta. Ma con la fine della scuola arriva anche Panic, la competizione segreta a cui partecipano i diplomati al liceo cittadino, e come ogni anno è pronta a dissipare il torpore e scatenare i conflitti più violenti, le alleanze più inaspettate, i sentimenti più profondi. 
Heather, Dodge, Nat e Bishop: un gruppo di amici, una serie di prove da superare. Paura e coraggio, lealtà e tradimento, il miraggio di un primo amore, un biglietto per il futuro; la posta in gioco è altissima, e così anche il rischio.
Sei pronto a giocare?


RECENSIONE

Il romanzo racconta la storia di Heather, una ragazza neodiplomata che, quando il suo ragazzo la lascia per un'altra, decide di partecipare insieme alla sua migliore amica a Panic, una competizione aperta solo ai ragazzi dell'ultimo anno del liceo in cui si affrontano delle prove decide da giudici segreti fino a quando non rimane un solo vincitore che si porta a casa un premio in denaro. 
Ma oltre al punto di vista di Heather, troviamo anche quello di Dodge, il tipico ragazzo poco popolare, innamorato dalla reginetta della scuola (in questo caso Nathalie, la migliore amica della protagonista) e che ha deciso di partecipare a Panic per vendicare ciò che è successo alla sorella: durante la prova finale di qualche hanno prima, sua sorella ha avuto un incidente con l'altro concorrente ed è finita sulla sedia a rotelle. 

 

Mi sono piaciuti entrambi i personaggi: Heather è cresciuta senza l'amore della sua famiglia, poiché il padre si è suicidato quando era piccola e sua madre è sempre ubriaca o fatta. E non si accorge che in realtà ci sono persone che la amano: la sua sorellina Lily, la sua migliore amica Nat, il suo migliore amico Bishop, che è innamorato di lei e lei ricambia, e Anne, la signora che le offre prima un lavoro e poi un posto dove stare quando scappa di casa con la sorella. Capirà presto che l'amore incondizionato esiste e che lei è degna di riceverlo e di ricambiarlo. Ho adorato questa protagonista, perché l'ho sentita molto vicina proprio a causa delle sue imperfezioni e perché non si rivela la classica eroina perfetta in tutto.
Dodge, invece, partecipa al gioco proprio perché è spinto dall'amore che prova per la sorella Dayna, così da volerla vendicare a tutti i costi, ma questo desiderio di violenza supera l'affetto per lei, tant'è che quando Dayna gli comunica che non le interessa più farla pagare a Ray (il fratello del ragazzo che le aveva fatto del male), perché comunque le cose non sarebbero tornate come prima, lui si arrabbia e continua comunque con il suo piano. Di lui mi è piaciuto il suo spirito affettuoso verso le persone che ama, perché si vede che farebbe qualsiasi cosa per Nat, sua sorella e i suoi nuovi amici.


Altri personaggi ricorrenti sono Nathalie e Bishop. Anche se all'inizio sembrano un po' marginali, poi entrambi si riveleranno fondamentali: Nat è stata la prima a voler partecipare a Panic in modo da poter andare a LA per fare l'attrice. Nonostante spesso litighino, rimarrà sempre al fianco di Heather.
Bishop invece all'inizio era un po' l'incognita di turno, è il migliore amico di Heather, ma sembravano essere anche qualcosa di più. Però poi la Oliver ci stupisce rendendo il suo personaggio molto più interessante e complesso, rendendolo uno dei miei preferiti del romanzo.

Ciò che accomuna la trama di tutti i personaggi è il fatto di volersene andare da Carp, la cittadina triste e desolata dove vivono, ed è per questo che tutti vogliono partecipare a Panic, per avere la possibilità di evadere da lì.

Le prove non mi hanno deluso, sono riuscite a farmi stare attaccata al romanzo. Se non avessi avuto l'università e non fossi stata così stanca la sera prima di andare a dormire, di sicuro l'avrei divorato in un attimo. Lo stile della Oliver sa sempre coinvolgermi e catturarmi e per ora non mi ha mai delusa. Non ha avuto bisogno di creare un mondo distopico o futuristico per farci paura, ha scelto semplicemente di ambientare la storia nel nostro.

Consiglio la lettura a tutti gli appassionati di romanzi avvincenti, un po' spaventosi, ma che insegnano anche qualcosa a ciascuno di noi. 



Il mio voto:





Cosa ne pensate? Lo leggerete? Fatemi sapere!

A presto,
Silvy

10 commenti:

  1. Non vedo l'ora di leggerlo (sto anche tentando la fortuna con il giveaway T.T ), adoro lo stile della Oliver

    RispondiElimina
  2. Sicuramente lo leggerò, la tua recensione mi ha incuriosita ancora di più =)

    RispondiElimina
  3. Mi ispira davvero tanto! L'unica pecca è l'assenza dell'ebook :(

    RispondiElimina
  4. Molto interessante la tua recensione! Non conoscevo alcuni aspetti dei personaggi del romanzo, la tua recensione mi incuriosisce molto, spero di vincerlo nel GIveaway per leggerlo :)

    RispondiElimina
  5. Sempre più curiosa di leggerlo *w*

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...