giovedì 29 marzo 2018

La trilogia de "Il principe prigioniero" di C.S. Pacat: 3 motivi per leggerla!

Buongiorno!
Mentre sono a Bologna per la fiera, vi lascio questo post in cui vi racconto alcuni motivi (ne avevo pensati di più, ma alla fine si potevano facilmente condensare in tre) per cui dovreste leggere la trilogia di C.S. Pacat, edita Triskell Edizioni.
Vi lascio la trama del primo libro, così da non farvi spoiler:



Damen è un guerriero e un eroe per il suo popolo, nonché il legittimo erede al trono di Akielos. Ma quando il fratellastro si impadronisce del potere, Damen viene catturato, privato del suo nome e spedito a servire il principe di una nazione nemica come schiavo di piacere. 
Bellissimo, manipolatore e pericoloso, il suo nuovo padrone, il principe Laurent di Vere, rappresenta tutto il peggio della corte di quel paese. Ma all’interno di quella letale ragnatela politica niente è come sembra, e quando Damen si trova, suo malgrado, invischiato nelle macchinazioni per il raggiungimento del potere, è costretto a collaborare con Laurent per sopravvivere e salvare la sua casa.
Per il giovane condottiero, a quel punto, vige una sola regola: non rivelare mai, in nessun caso, la propria identità, perché l’uomo da cui dipende è anche colui che, più di chiunque altro, ha motivo di odiarlo…

La trilogia:
1. Il principe prigioniero
2. La mossa del principe
3. L'ascesa dei re
+ 4 novelle ancora inedite



Cos'è? Si tratta di una trilogia m/m fantasy per adulti, in cui il principe di Akielos, Damen, viene catturato dopo un colpo di stato da parte del fratellastro e spedito a Vere come schiavo di piacere del principe Laurent. Vere è l'acerrima nemica di Akielos e anni prima Damen aveva ucciso in battaglia l'erede al trono, il fratello maggiore di Laurent. Se il principe venisse a conoscenza della sua vera identità, sicuramente lo farebbe uccidere, per questo motivo non può assolutamente farsi scoprire.

3 motivi per leggerla



  1. Worldbuilding: il mondo creato dalla Pacat è ricco e e complesso, focalizzato su due regni nemici e sui segreti di corte, le passioni e i sotterfugi. Il primo romanzo è forse quello un po' più lento, con meno azione, perché l'autrice ci ha mostrato nel dettaglio la corte di Vere e ci ha presentato i personaggi, anche se in realtà impareremo a conoscerli meglio dopo. Sarà nel terzo libro che cominceremo a conoscere bene anche il regno di Akielos e i suoi costumi, mostrandoci la fantasia dell'autrice nel creare dal nulla due regni e un mondo così elaborato, che potrebbe assomigliare al nostro medioevo, ma che lascia comunque a bocca aperta.  
  2. Stile: nonostante le bellissime e ricche descrizioni, la lettura della trilogia procede fluidamente, poiché il lettore è spinto soprattutto dalla curiosità di scoprire tutti gli intrighi di corte e di vedere svelati i segreti che i personaggi celano. Ma soprattutto, ciò che mi è più piaciuto dello stile della Pacat è il suo riuscire a suscitare tantissime emozioni: ho riso, ho sofferto con i personaggi, ne ho odiati alcuni e ne ho amati altri.  
  3. Personaggi: nel complesso sono tantissimi i personaggi interessanti, ma Damen e Laurent mi hanno rubato il cuore: non li ho inquadrati subito, ci ho messo un po' a capirli, anche perché l'autrice ce li fa conoscere pian piano. Così come si sviluppa pian piano la loro relazione: il loro è uno slow-building vero e proprio, perché da nemici cominciano lentamente a costruire un rapporto di fiducia fino ad arrivare a darsi forza a vicenda e a diventare qualcosa di più di semplici alleati. Non saprei dire chi amo di più tra i due, ma di una cosa sono certa, e cioè che i "Lamen" non lasceranno il cuore per un bel po'!   







Che ne pensate? L'avete letta? La leggerete? Fatemi sapere!

A presto,
Silvy

2 commenti:

  1. Non so per quale motivo, ma nonostante abbia visto molto questa serie circolare sul web non mi ha mai attirato particolarmente :/
    Tuttavia devo ammettere che le tue ragioni per leggerla sono piuttosto convincenti ... magari cambierò idea! ;)

    RispondiElimina
  2. E' da parecchio che la vedo in giro e a parte le cover, in resto non mi interessava, ma devo ammettere che i tuoi motivi mi allettano.. uhm mi sa che ci farò un pensierino anch'io!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...