giovedì 19 marzo 2015

RECENSIONE: "Tutto ciò che sappiamo dell'amore" di Colleen Hoover

Buongiorno lettori!
Finalmente sono riuscita a scrivere questa recensione. Fatemi sapere cosa ne pensate :)


Titolo: Tutto ciò che sappiamo dell'amore
Autrice: Colleen Hoover
Casa editrice: Fabbri Editori
Data d'uscita: 12 marzo 2015
Prezzo: €15,90
Pagine: 288

TRAMA

Lake è una studentessa, Will è il suo professore. Il loro è un amore impossibile. Forse.
Lake ha vissuto l’anno peggiore della sua vita: la morte del padre, i litigi con la madre, un trasloco in una nuova città e la fatica di reinventarsi una vita. Finché non conosce Will, il vicino di casa. Anche lui è stato costretto dalla vita a crescere in fretta. L’intesa tra di loro è immediata, ma il primo giorno di lezione Lake scopre che il loro è un amore impossibile: Will ha solo qualche anno più di lei, ma è uno dei suoi professori. Eppure quello che c’è tra di loro, a partire da un primo bacio scambiato quando ancora non sapevano di doversi evitare, sembra irresistibile. E così Lake e Will – costretti a restare lontani – si parlano attraverso la poesia, anzi, le poesie, in pubblico ma in segreto, servendosi di uno slam (una gara di versi) per dirsi tutto ciò che devono e vogliono dirsi. Alla fine, è qualcosa di molto semplice ed essenziale: come ha scritto la famosa poetessa Emily Dickinson, tutto ciò che sappiamo dell’amore è che l’amore è tutto. E spesso è l’unica forza che può tenerci a galla quando ogni cosa intorno a noi sembra mandarci a fondo. 

La trilogia:
  1. Tutto ciò che sappiamo dell'amore
  2. Tutto ciò che sappiamo di noi due (Prossimamente)
  3. This Girl (ancora inedito)

RECENSIONE

Avevo questo libro in wishlist da parecchio tempo, probabilmente un anno, ma non ho mai avuto occasione di leggerlo, così ho approfittato della ristampa per farlo.
E il primo pensiero che ho formulato alla fine del libro (ovviamente dopo aver smesso di piangere) è stato: "Ma perchè non l'ho letto prima??". Shame on me!
Avendo già letto altri due libri della stessa autrice, sapevo in anticipo che questo romanzo sarebbe stato la mia morte, ma che allo stesso tempo l'avrei amato. Credo che Colleen Hoover abbia il potere di renderci tutti masochisti, perchè non siamo in grado di smettere di amare i suoi capolavori, nonostante piangere e soffrire sia inevitabile.
E anche questa volta non si è risparmiata: in questo romanzo, Lake è una diciassettenne a cui è da poco morto il padre a causa di un infarto, perciò si trasferisce con la madre e il fratellino in una piccola città in Michigan. Appena arrivata incontra l'affascinante vicino di casa Will, che vive da solo con il fratello, poichè entrambi i genitori sono morti qualche anno prima. Tra i due ragazzi nasce subito un'affinità molto intima e dolce, tant'è che si innamorano. I problemi cominciano quando scoprono che lui è il suo professore di poesia, perciò i due capiscono che una loro storia è pressoché impossibile.
Lake è una ragazza semplice, molto dolce nei confronti del fratello e leale con la sua migliore amica Eddie; ma è anche una persona che ha da poco perso il padre e che si ritrova a dover affrontare molte altre situazioni che una ragazza della sua età non dovrebbe neanche avere. Fortunatamente Will le rimane sempre accanto, anche se sa che non potranno mai stare insieme. Lui è la dolcezza fatta persona, sempre gentile e disponibile e, per di più, scrive poesie! Ditemi se non è perfetto <3


Insomma, questo libro vi farà commuovere, vi farà sorridere, vi farà anche piangere un po' alla fine, ma posso assicurarvi che vi rimarrà nel cuore per molto tempo. 
Non è solo una storia d'amore, è molto di più: parla di vita e morte, famiglia, amicizia e sacrificio.
Ormai la Hoover è diventata per me una garanzia di qualità e perfezione. Giuro solennemente che leggerò ogni cosa che quelle splendide mani e quel cervello produrranno. 
Ve lo consiglio vivamente, non ve ne pentirete ;) 
E prego la Fabbri di portare presto in Italia anche gli altri due romanzi. E gli altri libri inediti di Colleen :D

“Lake” dice a bassa voce, continuando a tracciare il profilo della mano,
con un movimento leggero e naturale. “Io non so cos’è… Ma tu mi piaci.”


Il mio voto:


Che ve ne pare? L'avete letto? Fatemi sapere lasciando un commento qui sotto :)

Un bacio,
Silvy

4 commenti:

  1. Quella gif!! *-*

    Ps. http://frannieinthepages.blogspot.it/2015/03/liebster-award-2015.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jeremy *-*
      Arwwwww grazie <3 Lo farò il prima possibile ;)

      Elimina
  2. Ciao <3
    Purtroppo a me non è piaciuto...Sono sempre la pecora nera della situazione ahahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :)
      Tranquilla, capita ;) Mi spiace che non ti sia piaciuto, ma in fondo il mondo è bello perché vario :D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...