sabato 18 aprile 2015

RECENSIONE: "Noi due ai confini del mondo" di Morgan Matson

Buon sabato amici lettori!
Finalmente un altro sabato è arrivato, anche se significa che dovrò mettermi a studiare nei prossimi giorni :(
Comunque vi lascio la recensione di questo romanzo YA autoconclusivo che ho letto da poco e che mi è piaciuto molto ;) Se l'avete letto fatemi sapere cosa ne pensate!


Titolo: Noi due ai confini del mondo
Autrice: Morgan Matson
Casa editrice: Newton Compton 
Data d'uscita: 2 aprile 2015
Prezzo:€9,90
Pagine: 352

TRAMA

Amy Curry non nutre molte aspettative per la sua estate, sua madre ha deciso di trasferirsi dall’altra parte del paese, ed è compito di Amy  portare la loro macchina dalla California al Connecticut. C’è solo un problema: suo padre è morto in un incidente stradale,  e lei non si sente ancora pronta a stare dietro al volante. Ed è qui che entra in gioco Roger. Un vecchio amico di famiglia, anche lui impegnato in un viaggio da costa a costa e anche lui con un carico di problemi. La strada verso casa può essere sconosciuta, soprattutto se la loro amicizia si muove verso territori inesplorati, ma insieme, Amy e Roger, capiranno la strada da seguire sulla mappa da seguire per stare insieme.


RECENSIONE

Da quando Frannie mi ha regalato questo libro per il mio compleanno, aspettavo un momento libero per leggerlo e finalmente ce l'ho fatta!
Nel complesso mi è piaciuto, sia perché il fatto di contenere molte foto e carte l'ha reso molto coinvolgente per me, sia perché i romanzi in cui i protagonisti riscoprono loro stessi attraverso il viaggio mi hanno sempre affascinata.
Amy ha perso il padre tre mesi prima in un incidente d'auto mentre lei era alla guida, e il fratello è in un centro per tossicodipendenti. La madre un mese prima è andata in Connecticut a cercare una nuova casa dove trasferirsi e per cominciare il nuovo lavoro. 
Ora la nostra protagonista deve raggiungere la madre dalla California, ma poiché non guida più dall'incidente, ad accompagnarla in questo viaggio on the road c'è il dolcissimo Roger, ragazzo con cui giocava da piccola, ma che da allora è diventato molto bello (e ti pareva! L'ennesimo book boyfriend da aggiungere alla lista <3)



Durante il viaggio i due ragazzi dovranno compiere delle scelte che li porteranno a crescere e maturare, ma soprattutto a capire meglio loro stessi. Alla fine, il tema principale del libro non è la storia d'amore in sè, ma è la storia di come due ragazzi hanno preso coscienza di chi sono e di cosa vogliono dalla vita. 


Ho sempre amato i romanzi con a tema il viaggio, soprattutto se si tratta di una viaggio on the road, probabilmente perché vorrei tanto farlo anch'io un giorno in America. Penso che sia un'esperienza indimenticabile. 
Lo stile dell'autrice è fluido e scorrevole, si legge molto velocemente e con piacere. Inoltre, come ho già accennato, adoro che alla fine di ogni capitolo ci siano mappe, foto e varie immagini che testimoniano le vare tappe del viaggio: fanno sembrare al lettore di star esplorando gli Stati Uniti insieme ai protagonisti.



Non gli ho dato più di 4 stelle perché avrei preferito che la storia d'amore fosse più approfondita e non concentrata solo alla fine del libro e che il finale fosse un po' meno "aperto", ma in generale mi è piaciuto e lo consiglio.


Il mio voto: 


A presto,
Silvy

4 commenti:

  1. Ma che pizzaaaaa, perché i finali aperti, PERCHE'?!?!?!??!?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io preferirei che non ci fossero, soprattutto nei libri autoconclusivi :(

      Elimina
  2. Bellissima recensione! Mi sono iscritta come lettore fisso del tuo bel blog, se vuoi ricambiare questo è il link del mio blog: http://lalibreriadiluce.blogspot.it/
    Grazie se lo farai ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      Vado subito a sbirciare il tuo blog ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...